Avete mai sentito parlare dell’arte bianca? Ecco, uno dei maestri e punto di riferimento per noi è Gabriele Bonci, che abbiamo avuto la fortuna di incontrare in una delle nostre avventure a Roma.

Questa ricetta, appena siamo riusciti ad averla tra le mani, l’abbiamo immediatamente provata e leggermente reinterpretata! E’ a dir poco fantastica…i fagioli fanno in modo che l’impasto risulti leggero e croccante, alveolato e fragrante. Una vera delizia! Provatelo, non potrete che esserne felici!

Ingredienti:

250 g di farina tipo 0

250 g di farina tipo 2 

200 g di fagioli borlotti lessati e ridotti in purea

3 g di lievito secco

350 g di acqua

10 g di sale 

15 g di olio evo

  •  

Procedimento:

Nella planetaria aggiungere la farina e il lievito, mescolando bene con la prima velocità. Incorporare i fagioli e 3/4 d’acqua. Lasciar impastare sempre a bassa velocità, finché l’impasto si stacca dalle pareti. Aggiungere il sale, l’olio evo e la restante acqua. Far incordare bene l’impasto. Togliere l’impasto e farlo “puntare” sul banco da lavoro, cioè deve rimanere all’aria per almeno una mezzora, in modo da avere una bella alveolatura.

Successivamente dividere in due l’impasto e sistemarlo in due recipienti con il coperchio. Far maturare in frigorifero per almeno 18 ore. Trascorso questo tempo, togliere l’impasto dal frigo e lasciare a temperatura ambiente per altre 4/5 ore. 

Trascorso il tempo necessario, preriscaldare il forno al massimo.

Poi stendere con le mani i due panetti e posizionare prima uno sulla teglia, aggiungere un filo d’olio sulla sua superficie e poi sistemare anche il secondo impasto steso sul primo, in modo che si “bacìno”.  Mettere i due impasti in forno e toglierli quando la superficie è ben colorata. Tolta dal forno questa focaccia “baciata”, sollevare lo strato che sta sopra e iniziare a farcire. 

Rimettere il tutto in forno per altri 5/6 minuti e gustare!

 

Foto Credit © SoulFood CpR – Francesca e Luca "Ronka" Roncadin –